Aree d'intervento

Psicoterapia

Psicodiagnostica e Neuropsicologia clinica

Psicoterapia cognitivo comportamentale

P

L’approccio del Team di Maieutica è basato sulla Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale che attualmente è considerata uno dei più affidabili ed efficaci modelli per la comprensione ed il trattamento dei disturbi psicopatologici. Tale approccio postula una complessa relazione tra emozioni, pensieri e comportamenti evidenziando come i problemi emotivi siano in gran parte il prodotto di credenze disfunzionali che si mantengono nel tempo. E’ stato dimostrato a livello internazionale, attraverso studi clinici controllati, che i metodi cognitivo-comportamentali, anche abbinati ad un’appropriata terapia farmacologica, si rivelano efficaci in circa il 70% dei disturbi trattati, mostrandosi molto utile anche nella prevenzione delle ricadute. Inoltre è scientificamente fondata, avvalendosi dell’utilizzo di protocolli clinici basati sulle conoscenze delle strutture e dei processi mentali derivanti dalla ricerca psicologica e dalle neuroscienze.

Ci occupiamo del trattamento dei principali disturbi psicologici: Disturbi di Ansia (Attacchi di Panico, Disturbo Ossessivo- Compulsivo, Ipocondria, Disturbo d’Ansia Generalizzato); Disturbi dell’Umore (Depressione Maggiore, Disturbo Bipolare); Disturbi di Personalità; Disturbi del Comportamento Alimentare (Anoressia Nervosa, Bulimia Nervosa, Binge Eating); Disturbi dell’adattamento(conflitti coniugali, stress lavorativo, difficoltà interpersonali.)

P

La valutazione psicodiagnostica si propone di raccogliere informazioni allo scopo di: identificare e descrivere i sintomi clinici e i comportamenti disfunzionali di una condizione psicopatologica; di comprendere il problema o i problemi della persona che fa richiesta di una consulenza; di valutare il profilo di personalità per avere una comprensione del funzionamento generale dell’individuo; stabilire gli obiettivi e orientare l’intervento terapeutico
La somministrazione di tests clinici standardizzati e scientificamente validati consente di ottenere delle informazioni di carattere più obiettivo rispetto a quelle ottenute attraverso il colloquio clinico e utili per formulare una diagnosi di verificata attendibilità.

La valutazione neuropsicologica è una consulenza specialistica per l’analisi dello sviluppo delle funzioni cognitive in condizioni normali, di ritardo e in particolari patologie evolutive e/o acquisite. Consente di descrivere in modo specifico il profilo cognitivo dell’individuo e le conseguenze patologiche (ex. grado di deterioramento cognitivo, disabilità di apprendimento) nei casi di Disturbo Generalizzato dello Sviluppo, dell’Epilessia, del Disturbo Specifico di Apprendimento, dell’ADHD, delle diverse forme di Demenza o di Degenerazione Cerebrale.
Mediante test standardizzati vengono indagate le seguenti funzioni : livello intellettivo, linguaggio, memoria, abilità visuo-spaziali e prassico-costruttive, organizzazione prassica, attenzione, abilità esecutive e di problem solving, abilità scolastiche strumentali (lettura, calcolo, scrittura).

P

Gli interventi psicoterapeutici dei professionisti di Maieutica sono basati sui modelli e le strategie del Terapia Cognitivo-Comportamentale che è considerata, sulla scorta di numerose ricerche e studi clinici controllati, una delle terapie più efficaci sia per la cura dei disturbi psichici che per la prevenzione delle ricadute e può integrarsi pienamente con un appropriato trattamento farmacologico.
Inoltre è scientificamente fondata in quanto si avvale di protocolli clinici basati sulle conoscenze e i dati della ricerca psicologica e dalle neuroscienze.

Formazione e Aggiornamento Professionale

Psicoterapia dell’Infanzia e dell’Adolescenza

P

Singole giornate o corsi strutturati dedicati all’approfondimento di specifici argomenti clinici o tecniche terapeutiche, alla formazione professionale ed alla supervisione dei casi rivolti a psicologi, psichiatri, psicoterapeuti. L’obiettivo è quello di fornire ai partecipanti il “know how”, una sintesi efficace tra il “sapere” dato dalla conoscenza concettuale e il “saper fare” dato dalla competenza applicata.

P

L’età evolutiva è una fase del ciclo di vita con la quale si identifica un periodo che va dall’infanzia all’adolescenza. All’interno di questo ciclo possono delinearsi quadri psicologici che interferiscono con lo sviluppo tipico di un bambino o di un adolescente, rendendo il percorso di crescita difficoltoso, poco adattivo e problematico.
L’approccio terapeutico all’età evolutiva tiene in considerazione e studia gli aspetti che influenzano il normale sviluppo evolutivo, individuando fattori di rischio e protettivi e analizzando le principali interazioni del bambino con gli ambienti in cui vive, cresce e si forma.
La psicoterapia cognitivo-comportamentale dell’età evolutiva ha come oggetto del suo intervento pensieri, emozioni e comportamenti del bambino/adolescente e dei suoi genitori e di come essi si influenzano e interagiscono reciprocamente. Si pone come obiettivo generale il costruire esperienze correttive che consentano al bambino e all’adolescente di trasformare processi cognitivi, reazioni emotive e comportamenti disfunzionali, migliorando la qualità delle sue interazioni.
Il metodo che utilizza si basa sulla costruzione e facilitazione del rapporto con il bambino o adolescente, sulla valutazione attraverso strumenti specifici (colloquio, test, questionari, ecc.) delle caratteristiche cognitive, emotive e comportamentali del bambino/ al fine di programmare un piano di trattamento con obiettivi e procedure definiti. Infine verifica l’esito dei risultati attesi e valuta la conclusione del percorso fornendo strumenti per la prevenzione delle ricadute.
L’approccio metodologico è adattato al livello di sviluppo del bambino facendo ricorso a materiali concreti e visivi per facilitare la comprensione e stimolare la partecipazione, tenendo conto degli interessi e favorendo i canali di comunicazione privilegiati.

I am text block. Click edit button to change this text.