• Psicologia: ecco come il caldo influisce sulla mente

    Psicologia: ecco come il caldo influisce sulla mente

    Lo scorso weekend è arrivata l’estate. In questo periodo dell’anno, non solo arrivano vacanze e voglia di relax, ma si inizia a fare i conti con le fastidiose ondate di calore annunciate dai meteorologi con i nomi più originali. Nelle grandi città, il gran caldo rende le attività lavorative e ricreative davvero molto complicate: la psicologia ha cercato di capire come reagisce l’umore a seconda della variabilità atmosferica.

    Se durante i giorni di pioggia, i lavoratori svolgono i loro compiti in maniera più rapida e produttiva, durante una bella giornata non si raggiungono queste performance. Il perché non è difficile: si preferisce fantasticare sulle attività piacevole che si potrebbero svolgere all’aria aperta e queste fantasie hanno un effetto negativo sulla concentrazione.
    Succede questo perché il cervello diventa pigro durante le belle giornate. Un esperimento svolto con alcuni studenti ha dimostrato come questi risultavano essere meno critici verso le nozioni che gli venivano insegnate, mentre durante le giornate di pioggia il loro senso critico era notevolmente più spiccato.

    Quando fuori c’è il sole, il cervello tende ad usare delle scorciatoie di pensiero a scapito della capacità d’analisi. Inoltre, d’estate con le temperature alte e con il tasso di umidità alle stelle, si hanno meno energie e meno attenzione.
    La presenza del sole influisce sull’umore, infatti quando le giornate sono più lunghe si è più felici rispetto all’inverno, quando l’irradiazione solare diminuisce.

    Il caldo fa calare notevolmente le performance, ed esiste addirittura un un range di temperature ideali all’interno del quale il cervello “funziona meglio”. Diversi studi stanno cercando di individuare le condizioni ottimali del funzionamento psicologico e cerebrale, ma le variabili da tenere in considerazione sono davvero tante e meritano un’analisi lunga e precisa.
    Cosa fare per cercare di non far boccheggiare anche i neuroni? Bere molta acqua, mangiare frutta e verdura e andare in posti più freschi appena possibile!