• Psicologia: la depressione colpisce anche d’estate

    Psicologia: la depressione colpisce anche d’estate

    L’estate non è per tutti la stagione della felicità e della spensieratezza: le patologie depressive subiscono un aumento del 12%. Le manifestazioni più frequenti sono: insonnia, panico e claustofobia. In alcuni soggetti, si registra anche un aumento di peso di circa 2 kg al mese. I soggetti che tendono a manifestare i sintomi della depressione sono quelli che, durante tutto l’anno, non hanno vita sociale perciò diventano più sensibili alle modificazioni del microcosmo familiare in vacanza. Inoltre, la modificazione dei ritmi sonno-veglia rende difficile la gestione di tutta giornata. Si manifesta anche quello che gli specialisti definiscono “stress da vacanza”, un disturbo che impedisce la programmazione delle attività più banali (fare la spesa, passare una serata a cena fuori o dedicarsi alle pulizie della casa ecc.). Chi soffre di questi disturbi, è meglio che contatti uno specialista in modo da trovare una giusta cura non solo per trascorrere le vacanze serene, ma per vivere tutto l’anno senza l’incubo del male oscuro.