• Psicologia: come vivere il rapporto suocera-nuora

    Psicologia: come vivere il rapporto suocera-nuora

    Il conflitto tra suocera e nuora è uno degli aspetti più difficili della vita matrimoniale. Trovare un equilibrio è difficile perché deve restare stabile negli anni senza incrinarsi, ma si sa che le vicende di coppia tendono più destabilizzarlo. I rapporti tra suocera e nuora sono sempre tesi per il semplice fatto che è l’uomo a generare il peso dell’equilibrio. La mamma tende a vederlo sempre come il bambino di casa, mentre la moglie lo vorrebbe più indipendente. Se la suocera vive con il marito e ha un rapporto di coppia sereno, si possono trovare più punti in comune con la nuora. Ma se la suocera è vedova e ha un solo figlio, le possibilità di vivere una vita serena con quest’ultimo sono poche e bisogna saperle costruire. Come fare per gestire al meglio i rapporti e andare d’accordo per amore di chi ci sta in mezzo? Secondo gli ultimi dati, il 30% delle separazioni e dei divorzi è causato dalle interferenze dei suoceri nella vita di coppia. Questo risultato è quasi allarmante perché si inserisce in un quadro già abbastanza negativo per i divorzi, che tra l’altro da adesso sarà un percorso più breve.
    Escludere la suocera dalla propria vita è sbagliato e controproducente, soprattutto se il compagno di vita ha solo la madre come punto di riferimento. Però è anche vero che non bisogna essere invadenti e criticare tutto per partito preso. Il modo migliore per evitare i conflitti è instaurare un buon rapporto sin da subito, evitando di parlare male della suocera con il figlio il quale si troverà in mezzo senza mai prendere posizione. Conoscere bene la madre del proprio compagno significa capire i suoi pregi e difetti. Se sono gli ultimi a prevalere, focalizzarsi solo su quelli positivi! Anche la nuora deve concedere qualche spazio:chiedere un consiglio alla suocera su qualcosa non è sinonimo di debolezza ma di collaborazione! Passare un po’ di tempo insieme non è mai sbagliato, ma deve essere voluto da entrambe nei tempi più consoni a tutte e due. In definitiva, bisogna provare ad avere un rapporto da donna a donna, senza rivalità, e senza pretendere di essere amiche perché è davvero quasi impossibile. Lo scopo è quello di avere un rapporto civile per vivere una vita di coppia serena. Del resto, è un percorso obbligato da fare per amore sia del proprio marito che del proprio figlio.